I TEST LINGUISTICI PER L’INTEGRAZIONE E LA CITTADINANZA: ALCUNE RIFLESSIONI SUL CASO ITALIANO

Autori

  • Igor Deiana

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15864

Abstract

Dopo una breve riflessione sulle politiche migratorie italiane degli ultimi decenni, il contributo offre una sintetica panoramica della disciplina legislativa italiana delle politiche di immigrazione. Soffermandosi sul permesso di soggiorno con scadenza, sul permesso di soggiorno di lungo periodo e sulla cittadinanza, si indicheranno i requisiti linguistici fissati, le procedure stabilite per la loro verifica e, quando previste, le attività formative obbligatorie. Inoltre, sulla base degli esiti delle sessioni di marzo 2019 e febbraio 2020 del Test di conoscenza della lingua italiana a livello A2 somministrato dai CPIA in accordo con le prefetture e grazie alle osservazioni fatte da un gruppo di docenti di lingua italiana per discenti di lingua straniera, noti anche come A23, in servizio nei CPIA, il contributo si propone di capire se le criticità osservate nel corso degli anni sono state affrontate.

 

Language tests for integration and citizenship: some reflections on the Italian situation

This paper is about migration policies and language testing in Italy. After a general overview of the immigration policies in recent decades, we focus on policy requirements for residency and citizenship. We describe the language requirements, the procedures established for their assessment and, if provided, the specific set of official courses. Thanks to the analysis of the results of A2 tests for the long-term residency permits administrated in March 2019 and February 2020 and taking into consideration some remarks made by a group of Italian L2 teachers who work in the CPIAs, the paper aims to understand if the critical issues observed over the years have been addressed properly.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-05

Fascicolo

Sezione

ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA