L’AGGETTIVO E L’AVVERBIO IN ITALIANO E IN CINESE: ANALISI CONTRASTIVA E PROPOSTE GLOTTODIDATTICHE

Autori

  • Maria Chiara Mazza

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/1915

Abstract

Il presente lavoro fornisce un’analisi contrastiva tra italiano e cinese in merito alle categorie grammaticali dell’aggettivo e dell’avverbio, al fine di individuare, da un lato, gli ostacoli che un apprendente sinofono può incontrare nello studio della lingua italiana, ed elaborare, dall’altro, strategie che rendano più efficace l’intervento didattico.

La prima parte del contributo illustra sinteticamente la morfosintassi della lingua cinese, che si caratterizza per un maggior rigore e un maggior grado di prevedibilità rispetto alla frase italiana.

La seconda parte è dedicata rispettivamente all’aggettivo e all’avverbio; del primo si analizzano la funzione predicativa e attributiva; del secondo i criteri con cui le due lingue classificano questa parte del discorso nonché la sua posizione nella frase, unica  e fissa nel caso del cinese, flessibile nel caso dell’italiano.

Il filo conduttore che guida il presente lavoro è la convinzione che nell’insegnamento della grammatica a sinofoni siano necessarie spiegazioni esplicite, anche di quei tratti che solitamente sono impliciti nel sillabo.

 

 

Adjectives and adverbs in Italian and Chinese: contrastive analysis and glottodidactic reflections

 

This article provides a contrastive analysis between Italian and Chinese adjectives and adverbs, in order to identify, on the one hand, the obstacles that Chinese speakers face when learning Italian, and, on the other hand, which strategies are the most appropriate for effective teaching.

It initially takes into account the Chinese morphosyntax, which is more rigorous and predictable than it is in Italian. The second part is devoted to adjectives and adverbs. We analyze the attributive and the predicative function of adjectives, and the criteria by which the two languages classify adverbs and their position in sentences, unique and fixed in Chinese, but more flexible in Italian.

The main thread of the article highlights the necessity for explicit grammar teaching, including those aspects which are usually implicit in textbooks.

##submission.downloads##

Pubblicato

2012-01-30

Fascicolo

Sezione

ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA