L’ITALIANO NELLA SVIZZERA TEDESCA

Autori

  • Francesca Fantuzzi

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/5020

Abstract

Il presente lavoro è frutto di un’indagine realizzata all’interno dei corsi di lingua italiana organizzati dall’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo in collaborazione con la Fondazione ECAP. Nella prima parte della ricerca si indaga la diffusione dello studio dell’italiano come LS nella Svizzera tedesca e si traccia il profilo dei frequentanti i corsi di italiano dell’ECAP. I risultati delle interviste vengono poi confrontati con alcuni studi recenti circa la diffusione dell’italiano nel mondo. La seconda parte del lavoro analizza la funzione svolta dai corsi di formazione professionale in lingua italiana per adulti nel panorama formativo della Svizzera tedesca. Dopo una breve ricostruzione della nascita e dell’evoluzione di tali corsi, viene analizzato il caso specifico del corso di formazione per Elettricista di montaggio. L’indagine prosegue tracciando un quadro d’insieme dei frequentanti il corso 2015-2017 dal quale emergono significative novità riguardo alla provenienza dei nuovi iscritti. I risultati delle interviste e l’analisi di un testo, prodotto da uno studente ispanofono, permettono, infine, di trarre alcune considerazioni circa la funzione della lingua italiana nei corsi di formazione professionale della Svizzera tedesca.


Italian as a second language in German Switzerland

This paper analyzes the data collected during an internship at the ECAP Foundation, which organizes Italian courses in cooperation with the Istituto Italiano di Cultura in Zurich. We start by investigating how Italian as a second language is studied in the German-speaking parts of Switzerland by profiling the characteristics and motivation of students, and we proceed by comparing the results of the interviews with data from recent studies about the state of Italian studies abroad. The second part of this paper investigates the role of the Italian language in adult vocational education. After a brief history of the beginning and evolution of these vocational courses, we analyze the specific case of the courses for Elettricista di montaggio in greater depth. The collected data gives us a profile of the attendees during the 2015-2017 course and lets us draw conclusions about the provenance of the students. By analyzing interviews with the students and the written test of a Spanish-speaking student, we can draw conclusions about the usage of the Italian language both in learning and work environments in German-speaking Switzerland.

##submission.downloads##

Pubblicato

2015-07-14

Fascicolo

Sezione

LINGUA E CULTURA ITALIANA NEL MONDO