L’INFLUENZA DELLA L1 NELL’APPRENDIMENTO DI LINGUE AFFINI: ANALISI DELLE INTERFERENZE LINGUISTICHE DI ISPANOFONI APPRENDENTI L’ITALIANO COME LINGUA STRANIERA

  • Valeria Maggioni

Abstract

Nell'apprendimento dell'italiano come lingua straniera da parte di ispanofoni l'affinità tra L1 ed L2 emerge come un'arma a doppio taglio: nella fase iniziale facilita l'apprendimento e la comunicazione in LS, ma, una volta raggiunto un livello intermedio nella LS, tale parentela causa un gran numero di fenomeni di transfer dalla L1 con errori che rischiano di fossilizzarsi nel tempo e che richiedono pertanto un'attenzione particolare per essere corretti.

In questo lavoro di ricerca, svolto presso il Liceo Scientifico E. Fermi della Scuola Statale Italiana di Madrid, sono stati rilevati i fenomeni di transfer negativo presenti nelle produzioni scritte e orali degli studenti madrelingua spagnoli. Le occorrenze piú frequenti sono state raggruppate in tre ambiti principali: fonologico, morfologico e lessicale.

 

For Spanish speakers learning Italian as a foreign language, the affinity between L1 and L2 is a double-edged sword: in the initial phase, it facilitates learning and communication in the FL, but once it they have reached an intermediate level in the foreign language, the similarity causes a lot of transfer from the L1 with errors that risk becoming fossilized over time and require particular attention so that they are corrected.

In this study, carried out at the Liceo Scientifico E. Fermi at the Scuola Statale Italiana in Madrid, negative transfer phenomena in the oral and written production of mother tongue Spanish speakers were found. The most frequent occurences were grouped into three main areas: phonological, morphological and lexical
Pubblicato
2010-09-10
Sezione
ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA