EDUCAZIONE LINGUISTICA

DALLA MANO AL VIDEO. ESPERIENZE E OSSERVAZIONI DI COSTRUZIONE DEL PENSIERO ASTRATTO, ANALITICO E COMPUTAZIONALE NELLA FORMAZIONE LINGUISTICA DELLA SCUOLA PRIMARIA

Michele Ricci, Alessandro Efrem Colombi

Abstract


In questo articolo viene illustrata la ricerca effettuata nell’arco di un anno scolastico in due scuole primarie del Comune di  Milano (l’Istituto Maria Consolatrice e l’Istituto Regina Mundi), dove sono stati sperimentati diversi metodi didattici con l’obiettivo di favorire la formazione delle competenze di analisi, astrazione e pensiero computazionale in contesti reali di programmazione del computer e robotica educativa. Le osservazioni mostrano come la centralità dell’uso evoluto della lingua sia il cardine nello sviluppo di competenze di tipo “pensiero computazionale”. In particolare l’elemento chiave che emerge nella ricerca è rappresentato  dall’osservazione della forte correlazione tra lo sviluppo delle capacità motorie fini della mano, lo sviluppo delle competenze linguistiche evolute e le competenze di pensiero complesso quali la capacità di astrazione nella descrizione di modelli reali e immaginari. La capacità di astrazione costituisce infatti la base della capacità di risoluzione di problemi e soprattutto della capacità di generare idee originali e creative, obiettivo di apprendimento primario della sperimentazione e del relativo processo di analisi di cui è stata oggetto. A seguire vengono quindi illustrati gli strumenti metodologici utilizzati, la loro modalità di valutazione; si preciserà quindi come l’uso della lingua contribuisca a potenziare e a sostenere il raggiungimento degli obbiettivi di apprendimento.

 

From the hand to video. Experiences and the construction of abstract, analytical and computational thought in primary school language education 

This article presents research carried out in two primary schools in the city of Milan (Istituto Maria Consolatrice and Istituto Regina Mundi), where different teaching methods were implemented with the aim of encouraging the development of analytical, abstract and computational thinking skills in computer programming and educational robotics contexts. The observations show how the centrality of the advanced use of language is the cornerstone of the development of “computational thought” skills. In particular, the key element that emerges in the research is the strong correlation between the development of fine motor skills and the development of evolved linguistic and complex thinking skills, such as abstraction in the description of real and imaginary models. The capacity for abstract thought is, in fact, the basis for problem solving and generating original and creative ideas, the primary learning objectives of the experience, as well as the related analysis process. The methodological tools used and the evaluation method is discussed. The use of language contributes to strengthening and supporting the achievement of learning objectives.


Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.13130/2037-3597/9877

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunimi-22430

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


 

ISSN: 2037-3597
Italiano linguadue
[Online]

 

 

Creative Commons License

Italiano LinguaDue by Promoitals is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.