«Cambiare il pubblico, tutto il resto verrà da sé»: erotismo, cultura di massa e spettatori cattolici (1954-1969)

Autori

  • Damiano Garofalo Sapienza Università di Roma

DOI:

https://doi.org/10.13130/2532-2486/8269

Parole chiave:

Italian cinema, Catholicism, sexuality, audience, television

Abstract

Il contributo ha per oggetto la ricezione da parte degli spettatori cattolici della rappresentazione cinematografica e televisiva dei temi connessi all’erotismo e alla sessualità in un periodo compreso tra l’inizio delle trasmissioni televisive, nel 1954, e il biennio 1968-69, con l’aumento della conflittualità politica e un cambiamento radicale del panorama sociale e culturale. Obiettivo del saggio sarà ricondurre il mutamento delle rappresentazioni cinematografiche e televisive dell’erotismo di quegli anni a tendenze sociali e culturali più ampie. La presentazione della ricerca sarà introdotta da una breve trattazione sulle presunte responsabilità degli spettatori nell’alimentare un “problema” della sessualità al cinema e in televisione. Successivamente, saranno esaminate le rubriche dei lettori del principale settimanale di costume di stampo cattolico, «Famiglia Cristiana», al fine di rintracciare la presenza di queste tematiche come oggetto di discussione tra le lettere ad argomento televisivo e cinematografico ricevute e pubblicate dalla redazione.

 

This article focuses on the reception, by Catholic spectators, of eroticism and sexuality in film and on TV. The historical coordinates of the study will be defined by two crucial events: the first transmissions on TV in 1954; and the two-year period of 1968-69, which saw increased political conflict and a radical change in the social and cultural panorama. The objective of the essay is to relate changes in the cinematic and televised representation of eroticism to broader social and cultural tendencies. The research undertaken will be preceded by a brief overview of the presumed responsibility assumed by spectators in creating a “problem” of sexuality in film and TV. Following this, the article examines the letters sent by readers to the most relevant Catholic weekly, «Famiglia Cristiana», in order to trace out the presence of such themes in the communications on television and cinema.

##submission.downloads##

Fascicolo

Sezione

Monografico / Special Issue