Tra avanguardie e mitologie: l’uragano in ¡Écue-Yamba-Ó! di Alejo Carpentier

  • Antonella Cancellier Università degli Studi di Padova
Parole chiave: Alejo Carpentier, ¡Écue-Yamba- Ó!, Uragano, Ciclone, Avanguardia, Mitologia

Abstract

The myth of Urakán, the great god of the Antilles, reveals a certain persistence in Cuban literature and in Alejo Carpentier’s production ever since his first text (1917), which was a “pequeña prosa” about the importance of Caribbean cyclone (Alejo Carpentier, Entrevistas, La Habana, Letras cubanas, 1985: 254). This theme, actually, both in his ethical and aesthetic aspects, will recur frequently in his work, with the symbolic and contradictory connotation of Apocalypses.

Biografia autore

Antonella Cancellier, Università degli Studi di Padova

Antonella Cancellier è professore ordinario di Lingua e Traduzione (Lingua spagnola) presso l’Università di Padova e autore di un centinaio di pubblicazioni. Si occupa di lingue e letterature latinoamericane. La sua attività di ricerca è orientata principalmente verso le seguenti aree: 1) linguistica e dialettologia ispanoamericana, con particolare riferimento alla zona rioplatense. 2) traduttologia, con particolare riguardo a testi in lingua spagnola che presentano peculiarità diatopiche, diastratiche e diafasiche; 3) letteratura ispanoamericana (coloniale, dell’indipendenza e contemporanea).

È direttore del Corso di aggiornamento professionale in Studi Latinoamericani (Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali) ed è membro del direttivo dell’AISPI (Associazione Ispanisti Italiani). Fa parte del comitato scientifico di riviste e collane editoriali in Italia e all’estero e partecipa a numerosi progetti di ricerca internazionali.

Pubblicato
2013-06-27
Come citare
Cancellier, Antonella. 2013. «Tra Avanguardie E Mitologie: l’uragano in ¡Écue-Yamba-Ó! Di Alejo Carpentier». Altre Modernità, giugno, 122-27. https://doi.org/10.13130/2035-7680/3078.
Sezione
Saggi Ensayos Essais Essays