Saggi

La voce e la risonanza. Dal grido in una caverna alla performance di Stimmung

Andrea Giomi

Abstract


Che rapporto lega l’immagine della materialità del suono prodotta dal corpo sonoro in risonanza ad una possibile lettura fenomenologica dell’eco come oggettivazione della voce? L’autore cerca di dar ragione del concetto di voce in eco, come  oggettivazione dell’evento sonoro attraverso una analisi puntuale di Stimmung di Karlheinz Stockhausen.

La scelta del brano è motivata dall 'interesse che questo brano dimostra nei confronti di una tecnica musicale, il canto armonico, che mette in gioco in maniera coerente l'intuizione del corpo come cavità e le sue proprietà risonantiche. In questa prospettiva acquistano particolare rilievo le interferenze che coniugano le componenti performative al disegno che deve sostenere il costituirsi di regole nell’elaborazione formale del brano: tale intreccio porta alla luce il livello impersonale ed intersoggettivo della dimensione dell’ascolto musicale.


Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.13130/2465-0137/2266

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.