Due biologismi filosofici nel Noucentisme. La logica diastasica di Eugeni d’Ors e l’intelligenza trofica di Ramon Turró

  • Nazzareno Fioraso
Parole chiave: Noucentisme, Eugeni d’Ors, Ramon Turrò, Storia della Filosofia Catalana, Biologismo

Abstract

Il Noucentisme fu, nel primo ventennio del XX secolo, il movimento protagonista della vita culturale catalana, caratterizzato da importanti influenze positiviste e pragmatiste. In questo periodo comparvero due interessanti riflessioni filosofiche caratterizzate dal ruolo fondamentale che riveste in esse l'aspetto biologico dell'essere umano. Una fu esposta da Eugeni d’Ors tra il 1909 e il 1910, l’altra è invece il principale apporto alla filosofia dello scienziato barcellonese Ramon Turró. Pur avendo entrambi come punto di partenza l’idea che il fondamento dell’esistenza sia essenzialmente biologico e che in esso si debba ricercare l’origine e il significato della relazione dell’uomo con l’ambiente esterno, i due pensatori svilupparono ciascuno una propria teoria indipendente e giunsero a conclusioni e a interpretazioni del mondo differenti, a volte addirittura opposte.
Pubblicato
2018-12-03