Parrhesia e forma-di-vita. Soggettivazione e desoggettivazione in Michel Foucault e Giorgio Agamben

Autori

  • Stefano Marchesoni Università degli Studi di Trento

DOI:

https://doi.org/10.13130/2239-5474/2909

Parole chiave:

Agamben, Foucault, forma-di-vita, parrhesia, infamia

Abstract

Nei suoi libri recenti sotto il titolo principale "Homo sacer", Agamben si concentra sul concetto di forma-di-vita. Con questo articolo vorrei fornire una spiegazione del significato di questo concetto, sostenendo che le sue origini si possono far risalire alle "Vite degli uomini infami" di Foucault.

Biografia autore

Stefano Marchesoni, Università degli Studi di Trento

Dottorando

##submission.downloads##

Pubblicato

2013-04-01

Fascicolo

Sezione

Atti del convegno - "L'ermeneutica del soggetto secondo Foucault" (a cura di C. Pagani ed E. Redaelli)