Wittgenstein e la spiritualità filosofica alla luce della Conferenza sull'Etica

Autori

  • Tommaso Manzon University of Cambridge

DOI:

https://doi.org/10.13130/2239-5474/6951

Parole chiave:

Ludwig Wittgenstein, Pierre Hadot, Esercizi Spirituali, Conferenza sull’Etica, Etica

Abstract

Lo scopo di questo paper è quello di sviluppare una lettura e un’interpretazione di uno degli scritti “minori” di Ludwig Wittgenstein, la Conferenza sull’Etica. La mia comprensione della Conferenza è inspirata principalmente dall’interpretazione della filosofia di Wittgenstein sviluppata da Pierre Hadot e, di conseguenza, la mia tesi consisterà nel dimostrare che seguendo Hadot la Conferenza sull’Etica può essere vista come un ‘Esercizio Spirituale’. Pertanto sostengo che la finalità principale di questo scritto va vista nel tentativo di cambiare la nostra attitudine verso il mondo, e dunque la nostra disposizione etica verso di esso. Ritengo inoltre che questo non sia solo lo scopo di ogni Esercizio Spirituale, bensì in generale quello dell’attività del filosofo austriaco, ossia, la volontà di coinvolgere i propri destinatari provocando in loro una riflessione e possibilmente un cambiamento in merito al proprio modo di vivere, e a tutta la sfera che va sotto il nome di “Etica”.

##submission.downloads##

Pubblicato

2016-03-17

Fascicolo

Sezione

Etica e diritto