«NON È COI GESTI»: L’EDUCAZIONE ALLA LETTO-SCRITTURA PER I SORDOMUTI NEI SILLABARI DELL’OTTOCENTO

  • Cecilia Demuru

Abstract

Nell’articolo vengono analizzati i principali sillabari destinati all’educazione dei sordomuti nel periodo postunitario: nella prima parte si presentano i dati relativi ai sussidi utilizzati negli Istituti italiani secondo l’inchiesta statistica realizzata nel 1880, in vista del Congresso di Milano; si esamina poi più nel dettaglio il sillabario più adottato, quello di Giovanni Nicolussi, mettendo in relazione la Guida pel maestro con gli Atti del Congresso di Siena del 1873, portando in evidenza in particolare il contrasto tra alcune posizioni di Nicolussi e di Giulio Tarra; in conclusione, si presenta una breve panoramica di altri sillabari destinati all’insegnamento dei sordomuti e di metodi nati per l’istruzione dei sordomuti estesi a quella degli udenti.

 

Not with signs”: primers for the education of the deaf and dumb in the 19th century

This article illustrates the most important primers for the education of the deaf and dumb during the post-unitarian period: the first part presents data regarding the textbooks used in Italian Institutes according to the statistical survey carried out in 1880 for the Congress of Milan; afterwards, the primer by Giovanni Nicolussi is examined in-depth, and the Guida pel maestro is compared with the Congress Proceedings of Siena (1873), highlighting some contrasts between Nicolussi and Giulio Tarra; finally, there is an overview of other primers for the education of deaf-mutes as well as methods developed for the education of deaf-mutes extended to other students.

Pubblicato
2020-01-18
Sezione
LINGUISTICA E STORIA DELLA LINGUA ITALIANA