LA CANZONE NELL’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO L2

  • Lorenzo Coveri

Abstract

L’uso della canzone tra gli altri media come strumento glottodidattico per l’italiano L1 e L2 ha ormai una tradizione di rilievo in Italia e all’estero. Memorizzabilità, diffusione planetaria, risvolti (inter)culturali, integrazione con le immagini in movimento, facilità di reperimento di materiali autentici sono i principali vantaggi di questo mezzo. Non si può peraltro prescindere da una riflessione sulla natura dell’italiano della canzone, nelle sue diverse articolazioni (canzonetta ancien régime; canzone d’autore; canzone pop; (t)rap), che da un lato presenta caratteristiche proprie, dall’altro, con la sua verosimiglianza, si presta allo studio delle varietà reali del repertorio linguistico italiano.

 

Songs in Italian L2 teaching

The use of songs among other media as a language teaching tool for Italian L1 and L2 has become an important tradition in Italy and abroad. Memorizability, planetary diffusion, (inter)cultural implications, integration with moving images and the ease of finding authentic materials are the main advantages of this medium. However, it is impossible not to reflect on the nature of Italian in different types of songs (ancien régime songs; songwriter songs; pop songs; (t)rap). Each genre has its own characteristics, yet they all lend themselves to the study of the real varieties of the Italian linguistic repertoire.

Pubblicato
2020-06-27
Sezione
ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA