TRA TEORIA E PRASSI. TRADUZIONI E RISCRITTURE POETICHE DA OVIDIO A PASCOLI

Autori

  • Raffaella Bertazzoli

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15028

Abstract

Partendo da alcune riflessioni sulla traduzione del testo poetico, il lavoro ha seguito alcune riscritture del mito ovidiano di Orfeo ed Euridice: l’ékphrasis di un sonetto di Browning a un quadro di Leighton; la ripresa dannunziana del mito nella Laus vitae con l’io poetico in dialogo con il dio Hermes; la presenza del dio psicopompo nel poema Orpheus, Euridike Hermes di Rilke. Il saggio si conclude con un esempio di traduzione/ricreazione analizzando il testo Time long past di Shelley tradotto da Pascoli.

 

Between theory and practice. Translations and poetic rewritings from Ovidio to Pascoli

Starting from some reflections on the translation of the poetic text, the paper follows some rewrites of the Ovidian myth of Orpheus and Eurydice: from Browning’s ekphrasis to a Leighton painting; the revival of the myth in D’Annunzio’s Laus vitae; the presence of Hermes in Rilke’s poem Orpheus, Euridike Hermes. The essay concludes by analyzing Shelley’s Time long past translated by Pascoli.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-01-24

Fascicolo

Sezione

****