LE LIFE SKILLS NEL VOLUME COMPLEMENTARE DEL QCER

Autori

  • Ivana Fratter

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15863

Abstract

Il presente contributo focalizza l’attenzione sulla dimensione relazionale e interpersonale dell’apprendimento linguistico attraverso una lettura di tipo trasversale dei descrittori di Mediazione del Volume complementare del QCER (2020). Un’attenta analisi dei descrittori “Mediare a livello concettuale” e “Mediare a livello comunicativo” ha permesso di evidenziare come in essi si faccia riferimento a competenze non solo strettamente linguistiche ma anche a competenze più generali, le life skills, come illustrato nel documento dell’Organizzazione Mondiale della Salute Life Skills Education for children and adolescents in Schools (OMS, 1997). «Assumere diversi ruoli in funzione dei bisogni dei partecipanti», come recita uno dei descrittori di mediazione del QCER Volume complementare (2020: 121), implica anche che gli apprendenti siano in grado di usare la lingua in modo efficace in relazione al ruolo da loro assunto in contesti sociali differenti. Usare la lingua efficacemente chiama in causa una competenza più ampia che riguarda la capacità di usare una comunicazione efficace (effective communication), e sapere usare una comunicazione efficace è anche una delle dieci life skills richieste dall’OMS (1997). Dunque, passando dai descrittori del QCER Volume complementare e alle life skills del documento dell’OMS, nel presente contributo si farà riferimento ad alcuni possibili percorsi trasversali che danno il giusto peso alla formazione linguistica nella sua dimensione più ampia del termine.

 

Life skills in the CEFR Companion volume

This paper focuses on the relational and interpersonal dimension of language learning through a transversal reading of the CEFR Companion volume (2020). A careful analysis of the “Mediating concepts” and “Mediating communication” underlying the new descriptors highlights how they are not limited to language skills, but also include more general skills, namely life skills. These are set out in the Document by the World Health Organization entitled Life Skills Education for children and adolescents in Schools (WHO, 1997). One of the objectives of mediation in the CEFR Companion volume descriptors (2020: 121) is the ability to assume different roles corresponding to individual needs within a given social context. They require that learners be able to use the language effectively in different social contexts. Using language effectively underlies the need for boosting overall communication ability,  one of the ten life skills set out in the WHO document (1997). Starting from the CEFR Companion volume descriptors and Life Skills in the WHO document, this contribution will refer to interconnecting paths that give due weight to language training in the broadest sense.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-05

Fascicolo

Sezione

ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA