RIFLESSIONI SUL MODELLO DI FRASE E SULLA PREDICAZIONE NELLE GRAMMATICHE SCOLASTICHE: LE FRASI SENZA VERBO

Autori

  • Carmela Sammarco

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15872

Abstract

L’articolo indaga sulla trattazione delle frasi senza verbo in cinque manuali di grammatica di scuola secondaria superiore. Le frasi senza verbo sono strutture molto frequenti nel parlato e nello scritto e la loro descrizione nelle grammatiche scolastiche spesso non tiene conto della loro diversità strutturale e funzionale. Ciò è dovuto soprattutto al fatto che tradizionalmente la frase è intesa solo come frase verbale, e tutte le strutture che non rientrano in questo modello sono escluse o ritenute una sua derivazione. Oltre alle definizioni di frase nominale, sono state analizzati anche la quantità e il tipo di esercizi e gli eventuali riferimenti più o meno impliciti anche in sezioni che trattano altri argomenti. Dall’analisi è emerso che sebbene, le grammatiche non mettano in risalto la eterogeneità e le proprietà costitutive delle frasi senza verbo, come la definitezza dei nomi e la referenza che questi hanno, esse offrono spunti di riflessioni implicite sulle funzioni testuali e discorsive di queste strutture. Ad esempio, i riferimenti alla frase senza verbo in altre sezioni ha rivelato l’importanza di queste strutture per l’acquisizione delle competenze delle abilità del parlato e dell’ascolto.

 

The treatment of sentences without a verb in Italian grammars: reflections and didactic proposals

The article investigates how verbless clauses are treated in five high school grammar textbooks. Verbless clauses are very frequent structures in spoken and written language and their description in school grammars often fails to take into account their structural and functional diversity. This is mainly due to the fact that traditionally the sentence is understood only as a verbal sentence, and all structures that do not fit this model are excluded or considered a derivation of it. In addition to the definitions of nominal sentences, the number and type of exercises and any more or less implicit references in sections dealing with other topics were also analyzed. The analysis showed that although the grammars do not emphasize the heterogeneity and constitutive properties of verbless clauses, such as the definiteness of nouns and the reference they have, they do offer implicit considerations about the textual and discursive functions of these structures. For example, references to the verbless clauses in other chapters revealed the importance of these structures for the acquisition of speaking and listening skills.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-05

Fascicolo

Sezione

EDUCAZIONE LINGUISTICA