“TRADURRE BISOGNA, NON TRADIRE!”: LE PROPOSTE DI ICILIO BIANCHI IN DIFESA DELLA LINGUA ITALIANA (1939-1940)

Autori

  • Emanuele Ventura

DOI:

https://doi.org/10.54103/2037-3597/17143

Abstract

Il presente articolo si occupa delle proposte di italianizzazione avanzate da Icilio Bianchi sulle pagine della rivista L’albergo in Italia (1939-1940), in mesi immediatamente precedenti all’insediamento della Commissione per l’italianità della lingua. Le strategie di sostituzione adottate da Bianchi sono qui analizzate alla luce di categorie già evidenziate da altri studi, e sono poi messe in relazione con gli interventi che di lì a poco sarebbero stati promossi dalla stessa Commissione, oltre che da altri rappresentanti del purismo linguistico di epoca fascista: da un lato, quindi, si è potuto misurare il grado specifico di originalità del lavoro di Bianchi, dall’altro lato è stato possibile confermare il sostanziale fallimento che ha accomunato tutte le esperienze puristiche degli anni Quaranta del Novecento.

 

“We must translate, not betray!”: Icilio Bianchi’s proposals in defense of the Italian language (1939-1940)

This article deals with the Italianization proposals put forward by Icilio Bianchi in the pages of the magazine L’albergo in Italia (1939-1940), in the months immediately preceding the establishment of the Commissione per l’italianità della lingua. The replacement strategies adopted by Bianchi are analyzed in light of categories already highlighted by other studies, and are then related to the interventions that would soon be promoted by the Commission itself, as well as by other supporters of linguistic purism of Fascist period: on the one hand, it was possible to measure the specific degree of originality of Bianchi's work, on the other, to confirm the substantial failure that characterized all of the puristic experiences of the 1940s.

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-01-26

Fascicolo

Sezione

LINGUISTICA E STORIA DELLA LINGUA ITALIANA