«VIRTUOSI SENZA CUJONI!» TRA ITALIANO, LATINO E TEDESCO NELLE LETTERE DI LUDWIG VAN BEETHOVEN

Autori

  • Debora de Fazio

DOI:

https://doi.org/10.54103/2037-3597/17148

Abstract

L’articolo si occupa di analizzare alcune espressioni in italiano (non solo di carattere musicale) che compaiono dell’epistolario di Ludwig van Beethoven. L’uso della nostra lingua concorre, con il latino e il tedesco, a caratterizzare la scrittura del grande musicista, fra calembours, giochi di parole, frasi fatte, citazioni, invettiva e turpiloquio.   

 

«Virtuosi senza cujoni!» Italian, Latin and German in the letters of Ludwig van Beethoven

The paper analyzes some expressions in Italian (not only of a musical nature) that appear in Ludwig van Beethoven’s correspondence. The use of our language contributes, with Latin and German, to characterize the writing of the great musician, including calembours, puns, clichés, quotations, invective and foul language.

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-01-26

Fascicolo

Sezione

LINGUISTICA E STORIA DELLA LINGUA ITALIANA