Achille Mbembe, Brutalisme, Paris, La Découverte, 2020, 240 pp.

  • Ketil Fred Hansen Professore di Scienze Sociali, Università di Stavanger (Norvegia) e Visiting Professor presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”
Parole chiave: Mbembe, La Découverte, Brutalisme

Abstract

Sono molto affezionato ad Achille Mbembe, per una ragione incomprensibile che mi colpisce mentre leggo il suo nuovo libro, Brutalisme. Quest’autore camerunese mi aveva conquistato già nel 1992, quando ho letto il suo articolo The Banality of Power and the Aesthetics of Vulgarity in the Postcolony sulla rivista Public Culture.

Pubblicato
2020-05-10
Sezione
Recensioni e segnalazioni