L'involontarietà del pensare nella società totalmente amministrata

Autori

  • Franco Ferrarotti Università La Sapienza, Roma

DOI:

https://doi.org/10.13130/2239-5474/2477

Parole chiave:

Pensare finalizzato, Informazione, deformazione, Pensare come meditare, Involontarietà del pensiero

Abstract

L'autore sostiene che il modo prevalente di pensare nella società tecnicamente progredita è teso alla misurazione precisa più che alla interpretazione critica. L'informazione, per quanto ricca, rischia di ridursi a deformazione. I media non mediano.

Biografia autore

Franco Ferrarotti, Università La Sapienza, Roma

Professore emerito di Sociologia

##submission.downloads##

Pubblicato

2012-10-28

Fascicolo

Sezione

Filosofia e scienze - Sociologia