L’«unità del sapere» come forma di educazione liberale nel pragmatismo analitico di Giovanni Vailati

  • Ivan Pozzoni Nessuna
Parole chiave: Vailati, Calderoni, pragmatismo, educazione

Abstract

L’influenza dell’ideologia risorgimentale si indirizza a rendere centrale, nell’Italia di fine Ottocento, le tematiche della costruzione dello stato e dell’educazione dei cittadini, e stimola lo stesso Giovanni Vailati, seguito dall’allievo Mario Calderoni, a imbastire un discorso sulla valenza educativa del fare cultura e ad attribuire all’uomo di cultura ufficio di sommo educatore. Il dibattito vailatiano sull’«educazione liberale» verte su tre aree di discussione: a] «unità del sapere» come ideale educativo; b] definizione di filosofia; c] definizione di storia delle scienze.

Biografia autore

Ivan Pozzoni, Nessuna

È direttore culturale della Limina Mentis Editore; è direttore de L’arrivista - Quaderni democratici; è con-direttore de Il Guastatore – Quaderni «neon»-avanguardisti; è direttore esecutivo della rivista internazionale Información Filosófica; è direttore delle collane Esprit (Limina Mentis), Nidaba (Gilgamesh Edizioni) e Fuzzy (deComporre Edizioni).

Pubblicato
2013-10-29
Sezione
Pragmatismo e semiotica