Il sapere comune

Autori

  • Carlo Sini

DOI:

https://doi.org/10.13130/2239-5474/670

Parole chiave:

Pratiche, saperi, continuità/discontinuità, passato/presente

Abstract

Ogni sapere è solidale con una rete fitta e intricata di saperi e pratiche nascoste, la cui continuità è tutt'uno con una dimensione di ininterrotto oblio. Il sapere comune è continuamente riattivato e trasferito entro nuovi contesti, dimenticato come tale e rilanciato. La filosofia è una pratica che, insieme, dipende da quello sfondo e riconfigura quello sfondo. Anch'essa si perde di continuo, e anch'essa si salva, di continuo, in figure inedite e luoghi imprevisti, se guardati con gli occhi della sua tradizione e della sua intenzionalità passata.

##submission.downloads##

Pubblicato

2011-01-10