Tra il sospiro e l'epigramma. Analisi dell'opera di E. M. Cioran

Autori

  • Mattia Luigi Pozzi

DOI:

https://doi.org/10.13130/2239-5474/795

Parole chiave:

Cioran, noia, insonnia, morte, politica, désangagement, trascendenza, passività, amicizia

Abstract

Nel presente elaborato ci occuperemo, da eretici, di un'eresia. Se esiste infatti una possibilità di definizione, per il pensiero e l'opera di Emil Michel Cioran, essa risiede proprio in questa parola così affilata e, al contempo, così vaga. Eterodosso rispetto a qualunque ortodossia, Cioran corrisponde al suo destino di pensatore dispiegando un pensiero frammentario che si declina come feccia, come residuo. E donandoci un'opera miracolosa per tono e stile, per la capacità di mostrare il lavorio del silenzio attraverso le parole, per la possibilità di dire nascondendo

##submission.downloads##

Pubblicato

2011-01-10

Fascicolo

Sezione

Filosofia e arti - Letteratura