Il santo che non ti aspetti. Sorprese ed eccentricità dell’agiografia medievale

Autori

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-7362/15569

Parole chiave:

Hagiography, Doctrine, Morality, Ireland

Abstract

L’agiografia fa parte dei generi letterari nei quali si esprimono con più libertà concezioni teologiche e morali non convenzionali, che ci svelano un Medioevo meno uniforme di come lo si immagina. L’articolo presenta alcuni esempi tratti da testi originari di diverse aree, dal Mediterraneo greco all’Irlanda, dall’epoca tardoantica al basso Medioevo. Di santi come il bretone Macuto, Epifanio di Salamina, i martiri edesseni e svariati abati irlandesi si narrano azioni mosse da permalosità, vendicatività, gelosia, competizione. Ancora nelle storie di santi irlandesi, tra cui Brigida, compare il miracolo dell’eliminazione di un feto indesiderato dal grembo della madre. Il bolognese Procolo è celebrato per aver assassinato a sangue freddo il suo persecutore. La greca Irene è assunta fisicamente in cielo. Nella Navigatio Brendani, infine, la figura di Giuda è oggetto di una pietà del tutto eccezionale. Tutte queste anomalie generano alcune reazioni di censura e mitigazione nella ricezione e trasmissione dei testi, ma fondamentalmente sono accettate e conservate, testimoniando l’apertura e varietà dottrinale ancora possibile in epoca medievale.

 

Hagiography is one of the literary genres in which unconventional theological and moral conceptions are most freely expressed, revealing a less uniform Middle Ages than we imagine. The article presents some examples from texts originating in different areas, from the Greek Mediterranean to Ireland, from late antiquity to the late Middle Ages. Saints such as the Breton Macutus, Epiphanius of Salamis, the Edessenian martyrs and several Irish abbots are described as acting out of touchiness, vindictiveness, jealousy and competition. In the stories of other Irish saints, including Bridget, we read the miracle of the elimination of an unwanted foetus from his mother’s womb. The Bolognese Proculus is celebrated for having cold-bloodedly murdered his persecutor. The Greek Irene is physically assumed into heaven. Finally, in the Navigatio Brendani, the figure of Judas is granted a quite exceptional piety. All these anomalies arouse some reactions of censorship and mitigation in the reception and transmission of these texts, but fundamentally they are accepted and preserved, testifying to the doctrinal openness and variety still possible in medieval times.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-05-29

Fascicolo

Sezione

Saggi