Vai al Login o Registrazione sono richiesti per sottoporre articoli.

Lista di controllo per la predisposizione di una proposta

Durante la procedura di trasmissione di una proposta, gli autori devono verificare il rispetto dei seguenti requisiti; la submission potrebbe essere rifiutata se non aderisce a queste richieste.
  • Il file di submission è in un formato Microsoft Word, RTF, o WordPerfect.

Linee guida per gli autori

Proposte
La rivista pubblica fascicoli su tema monografico a partire da Call for paper.
Le proposte dovranno pervenire in forma di abstract lungo (3-4 pagine) a partire dall’argomento della Call for paper e saranno sottoposte a Double Blind Peer Review.

Gli articoli il cui abstract è stato accettato (di ampiezza media compresa tra i 35 e 45 mila caratteri) saranno pubblicati, ma la direzione si riserva la facoltà suggerire modifiche o correzioni là dove lo riterrà opportuno.

Si invitano gli autori ad attenersi strettamente alle norme redazionali della rivista

 

Redazione dell’articolo

Una volta accettata la proposta, l’articolo avrà un’ampiezza di 35-45 mila caratteri e dovrà attenersi alle Norme della rivista

 

Principali norme redazionali

Nel testo

  • le citazioni non vanno tra apici semplici o doppi, ma in corsivo,
  • se composte da più di 3 righe formano un paragrafo a blocchetto in corsivo e le eventuali parole evidenziate vanno in tondo,
  • il numero della nota va prima del segno di interpunzione,
  • il numero della nota nel blocchetto va dopo il punto, in quanto si riferisce all’intero blocchetto,
  • nel testo i puntini di sospensione non vanno tra parentesi e non sono seguiti da altri segni di interpunzione,
  • i puntini di sospensione sono sempre tre e staccati sia dal testo che precede sia da quello che segue (es.: detto ....fatto = detto ... fatto)
  • i titoli degli articoli e dei paragrafi sono senza punto finale,
  • le parole che si intendono evidenziare vanno di norma in corsivo e non tra apici,
  • le parole straniere vanno in corsivo, tranne quelle entrate nell’uso comune (sport, match, flash-back, online) o in ogni caso comuni per l’argomento trattato,
  • eliminare eventuali doppi spazi tra le parole,
  • non ci vogliono spazi prima della punteggiatura (esempio: la primavera ; = la primavera;)
  • non ci vogliono spazi tra le parentesi e il testo e tra le virgolette e il testo [esempio: ( la stagione ) = (la stagione); “ il fiore ” = “il fiore”]
  • non si usa punteggiatura prima delle parentesi [es.: l’autore, (citato in ...) = l’autore (citato in ...)
  • non si usa la doppia punteggiatura (es.: che sole!. = che sole!)
  • non ci vuole lo spazio dopo l’apostrofo (es.: c’ è = c’è)
  • trattini degli incisi (o nei discorsi diretti quando vengono usati in luogo delle virgolette) sempre medi e staccati prima e dopo (es.: Il tempo – come sappiamo – è ...)
  • trattini d’unione corti e attaccati (es.: liceo tecnico-scientifico)
  • numeri romani sempre senza “°”: V, IV, e non V°, IV°, ecc.
  • cambiare anni ’70, ’80 ecc. in anni Settanta, Ottanta ecc.
  • non si usa la virgola prima di ecc. eccetera
  • la “d” eufonica si usa solo quando la parola successiva inizia con la stessa lettera e nella espressione “ad esempio”, (es.: ad un uomo = a un uomo; ed era facile = ed era facile)
  • le sigle che nella forma originale sono tutto maiuscolo vanno sempre maiuscoletto non puntato (UTET = UTET)
  • nel caso di autori con due o più nomi, le iniziali puntate vanno senza spazio (J.R. Weinberg)

 

In nota

le citazioni vanno in corsivo precedute dall’indicazione della fonte

Per i criteri di citazione dei riferimenti bibliografici, in nota o nella bibliografia, si vedano i seguenti esempi:

  1. Vespucci, La chiameremo America, Editore, Città data, p. XX.
  2. Vespucci (a cura), La chiameremo America, Editore, Città data, p. XX.
  3. Vespucci, La chiameremo America, Editore, Città data3, pp. XX-XX.

quando si vuole indicare l’edizione del libro, aggiungere alla data il numero a esponente.

  1. Vespucci, La chiameremo America, in P. Pallo (a cura), I cinque continenti, Editore, Città data, pp. XX-XX.
  2. Vespucci, La chiameremo America, in “Titolo rivista” numero/annata (anno), pp. XX-XX.
  3. Vespucci, Titolo tradotto, trad. it. di N. Cognome, Editore, Città data (ed. orig. Editore, Città data).

 

Quando nelle note lo stesso testo viene citato più volte:

 

Autore, op cit., pp. xx-xxx.

 

quando di quell’autore è nominata solo quell’opera;

Autore, Parole iniziali del titolo … cit., pp. xx-xxx.

 

quando di quell’autore sono nominate più opere;

Ivi, p. xx.

 

quando l’autore è nominato nella nota subito prima, con riferimento a un luogo diverso;

Ibidem

 

quando l’autore è nominato nella nota subito prima con riferimento esattamente allo stesso luogo.

 

Abbreviazioni:

  • pagina = p.
  • pagine = pp.
  • e seguenti = sgg.

Informativa sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista sarà usato esclusivamente per gli scopi dichiarati di questa rivista e non sarà disponibile per ogni altro scopo o ogni altro partito.