Una fonte per la storia dell'esercito visconteo nel Trecento: un registro inedito con prestiti a mercenari tra il 1340 e il 1388

Autori

  • Giulia Arrighetti

DOI:

https://doi.org/10.17464/9788867743001_08

Parole chiave:

Mercenari, Visconti, XIV secolo, Archivio Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, Prestiti

Abstract

Questo articolo parte dall'analisi di un registro inedito del 1428, conservato presso l'archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, che tratta una lunga serie di prestiti, tra i quali emergono 123 cessioni di denaro a mercenari nell'arco di tempo compreso tra il 1340 e il 1388. I dati ricavati permettono di formulare un quadro più chiaro in merito alla composizione dell'esercito visconteo trecentesco, attraverso i nomi di 151 soldati di ventura che servirono i signori di Milano e intrattennero rapporti economici con undici facoltosi cittadini, che decisero di investire il proprio denaro sovvenzionando le truppe mercenarie nei momenti difficoltà economica. In un contesto di scarsità di fonti, le ingenti cifre esaminate nel registro, permettono di riflettere sulla grande quantità di denaro che l'apparato militare visconteo metteva in circolazione, e su come i Visconti riuscissero a finanziare le battaglie anche quando le loro ambizioni espansionistiche superavano le disponibilità economiche del dominio, rimanendo militarmente attivi, su più fronti, per lunghi periodi di tempo.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-12-23

Come citare

Arrighetti, G. (2020) «Una fonte per la storia dell’esercito visconteo nel Trecento: un registro inedito con prestiti a mercenari tra il 1340 e il 1388», Studi di storia medioevale e di diplomatica - Nuova Serie, (4), pagg. 195–218. doi: 10.17464/9788867743001_08.

Fascicolo

Sezione

Prime ricerche