Gli spazi politici dell’aristocrazia nella Lombardia carolingia e postcarolingia (secoli IX-X)

Autori

Parole chiave:

Aristocrazia, carolingi, re italici, patrimoni fondiari

Abstract

Il saggio ripercorre le vicende delle maggiori famiglie aristocratiche attive nel territorio lombardo tra IX e X secolo, valutandone via via l’ampiezza e l’articolazione degli spazi politici, integrando quindi la loro azione al servizio del regno, la distribuzione del patrimonio fondiario e la fondazione di enti religiosi. Da queste vicende emerge con particolare chiarezza una lenta ma evidente transizione da un sistema politico carolingio a uno postcarolingio. Nel IX secolo le famiglie aristocratiche derivano il proprio potere prima di tutto dal servizio al re, esercitato in diverse città e regioni, e usano le basi locali del potere come via per attivare canali di comunicazione politica con il regno. Se questa dimensione non scompare, si assiste al mutamento verso un diverso sistema di dominazione, in cui diventano fondamentali sia la base patrimoniale della famiglia sia il suo radicamento nel territorio, a definire una configurazione politica che assume connotati pienamente regionali e in molti casi si allontana dalle città.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-06-15

Come citare

Provero, L. (2021) «Gli spazi politici dell’aristocrazia nella Lombardia carolingia e postcarolingia (secoli IX-X)», Studi di storia medioevale e di diplomatica - Nuova Serie, (4), pagg. 233–247. Available at: https://riviste.unimi.it/index.php/SSMD/article/view/15767 (Consultato: 25settembre2021).