EDUCAZIONE, MOBILITÀ, ALTERITÀ. LE FUNZIONI DI MEDIAZIONE DELLA SCUOLA

  • Daniel Coste
  • Marisa Cavalli (Consiglio d'Europa)

Abstract

Il documento che qui viene presentato nella traduzione italiana propone un modello semplice, ma di ampio respiro, che ha un duplice scopo: concettualizzare le scelte politiche di educazione linguistica incentrate sulla mobilità degli attori sociali – in particolare degli allievi ai diversi livelli di scolarità – che è responsabilità delle istituzioni e, nello specifico, della scuola definire e attuare; indicare obiettivi istituzionali e politici, perché questo modello e l’illustrazione che ne viene fornita per i contesti scolastici non si limitano agli aspetti didattici e linguistici. Essi coinvolgono l’intero progetto educativo in cui la mediazione, in forme diverse, gioca un ruolo tanto più determinante in quanto le questioni che riguardano la mobilità, l’alterità e i gruppi sociali sono decisive nelle società multietniche, multilingui e pluriculturali contemporanee.  

 

Education, mobility, otherness. The mediation functions of schools 

The document presented here in the Italian translation has a dual purpose: cognitive, insofar as it proposes a simple – but wide-ranging – model for conceptualising language education policy choices based on the mobility of social agents; and institutional and political, because this model and the illustrations that are given of it in school contexts are not confined to teaching and linguistic aspects. They present an entire educational project in which mediation in its different forms plays an especially crucial role given the centrality of issues relating to mobility, otherness and social groups in the multiethnic, multilingual and multicultural contemporary societies.

Pubblicato
2019-07-02
Sezione
DOCUMENTI

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i