"L’ALTROPARLANTE". RICERCA, SPERIMENTAZIONE E DIDATTICA PLURILINGUE NELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA: IL COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE FRA APPROCCIO INTERCULTURALE E TRANSLANGUAGING

  • Valentina Carbonara
  • Andrea Scibetta
  • Carla Bagna

Abstract

Il concetto di translanguaging come pratica didattica è da alcuni anni al centro del dibattito accademico internazionale nei campi della sociolinguistica e della linguistica educativa. Le sue sperimentazioni in contesto scolastico, in una cornice di valorizzazione del plurilinguismo e di legittimazione dei repertori linguistici plurali, sono in costante aumento, sia in Nord America sia in Europa. Il presente contributo ha l’obiettivo di presentare alcune buone pratiche di didattica plurilingue basate sul paradigma del translanguaging e sperimentate nell’ambito del progetto “L’AltRoparlante”, portato avanti in cinque scuole italiane a partire dal 2016. Le attività iniziate dal 2016 non si sono mai interrotte e hanno permesso di costruire una progettazione a medio-lungo termine. Innanzitutto verrà fornito uno sguardo di insieme sulla didattica plurilingue in Italia, in modo particolare nella sua dimensione complementare rispetto alla didattica interculturale, e contestualizzato il paradigma del translanguaging come pratica didattica nel sistema scolastico italiano. In seguito ci focalizzeremo su due casi di studio relativi a pratiche translinguistiche in attività condotte nell’ambito del progetto “L’AltRoparlante” in due scuole primarie durante l’orario curriculare, anche con il coinvolgimento dei genitori degli alunni coinvolti. Attraverso l’analisi dei due casi di studio sarà possibile mettere in evidenza quanto la legittimazione simbolica e didattica dei repertori plurilingui possa incoraggiare la consapevolezza dei diritti linguistici da un lato, e la moltiplicazione di pratiche discorsive translinguistiche dall’altro.

 

The other speaker. Research, experimentation and multilingual didactics in primary and secondary school: the involvement of families between the intercultural approach and translanguaging

The concept of translanguaging as a teaching practice has been at the center of the international educational debate in the fields of sociolinguistics and educational linguistics for some years now.  Experimentation in a school context, within a framework of valorization of plurilingualism and legitimization of plural language repertoires, is constantly increasing, both in North America and in Europe. This paper aims to present some good practices for multilingual didactics based on the translanguaging paradigm and experienced in the project “L'AltRoparlante”, carried out in five Italian schools starting from 2016. The activities, which started in 2016, are ongoing and part of a medium-long term project. First of all, an overview of multilingual didactics in Italy will be provided, particularly in comparison to intercultural didactics. The paradigm of translanguaging as a teaching practice in the Italian school system will be contextualized. Afterwards, we will focus on two case studies related to translinguistic practices in activities carried out within the project “L’AltRoparlante” in two primary schools during the curricular hours, with the involvement of the parents of the pupils involved. Thanks to the analysis of the two case studies, it will be possible to highlight how the symbolic and didactic legitimation of multilingual repertoires can encourage the awareness of linguistic rights on the one hand and the multiplication of translinguistic discursive practices on the other.

Pubblicato
2020-06-27
Sezione
EDUCAZIONE LINGUISTICA