La Neoscolastica milanese e la filosofia medioevale

  • Paola Müller

Abstract

Una discussione della filosofia neoscolastica e della storiografia da essa ispirata, con particolare riferimento alla scuola milanese che si sviluppa nel contesto della Università Cattolica del Sacro Cuore. Agostino Gemelli, la Rivista di Filosofia Neoscolastica e la ricerca nel pensiero medievale del nucleo centrale di una philosophia perennis: rischio di una interpretazione pre-costituita del pensiero medievale, individuato come itinerario di ricostruzione di modelli di verità. Il progressivo dissolversi dell'immagine della scolastica come blocco omogeneo e compatto di dottrine culminanti nella filosofia tomista, a favore di una visione sempre più articolata e complessa dei grandi temi e problemi teorici nati dal confronto diretto o indiretto con le massime tradizioni del pensiero classico, con i maestri arabi ed ebrei, con il mondo bizantino. In questa storia è fondamentale il ruolo di Sofia Vanni Rovighi , la sua fiducia nel continuo progresso della ragione e la sua interpretazione della philosophia perennis come idea regolatrice più che come filosofia storicamente determinata.

A discussion concerning the so called filosofia neoscolastica and the historiography influenced by this theoretical tradition, with particular reference to the school that develops in Milano in the context of Catholic University del Sacro Cuore. Agostino Gemelli, the journal Rivista di filosofia neoscolastica, looking in medieval thought for the primary core of a philosophia perennis and the consequent risk of a dogmatc interpretation of medieval thought, interpreted as itinerary for the reconstruction of models of truth. The progressive weakening of the image of the scholastic philosophy as an homogeneous and solid doctrinal piece, culminating in the thought of Thomas Aquinas, in favour of a more and more detailed and complex vision of the fundamental issues and theoretical problems born from a direct or indirect comparison with the great classical traditions, with the Arab and Jewish thinkers and with the Byzantine world. In this history is fundamental the thought of Sofia Vanni Rovighi, her confidence in the continuous growth of human reason and her interpretation of philosophia perennis as a regulative idea more than as an historically definite philosophy.
Pubblicato
2010-02-23
Sezione
Saggi