Hemingway, Vittorini e "Per chi suonano le campane". Traduzione e riscrittura per il «Politecnico».

Autori

  • Filippo Tonti

DOI:

https://doi.org/10.13130/2499-6637/15197

Abstract

Ciò che si intende proporre con il presente contributo è una indagine approfondita – mai condotta finora – sul testo di Per chi suona la campana ddi Hemngway apparso su «Politecnico» settimanale tra il 1947 e il 1848, al fine di mettere in evidenza quali siano le parti tagliate o rielaborate da Vittorini e al fine di capire esattamente che cosa si nasconda sotto l’espressione, suggestiva quanto vaga da lui dichiarata, «tagliamo quello che ci sembra di minore importanza per l’arte stessa di Hemingway».

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Riferimenti bibliografici

Mario Alicata, La corrente «Politecnico», «Rinascita», nn. 5-6, maggio-giugno 1946. Ora in Scritti letterari, Milano, il Saggiatore, 1968.

Guido Bonsaver, Elio Vittorini. Letteratura in tensione, Firenze, Franco Cesati Editore, 2008.

Virna Brigatti, Diacronia di un romanzo: Uomini e no di Elio Vittorini. (1944-1966), Milano, Ledizioni, 2016.

- Elio Vittorini. La ricerca di una poetica, Milano, Edizioni Unicopli, 2018.

Edoardo Esposito, Maestri cercando. Il giovane Vittorini e le letterature straniere, Milano, Edizioni Unicopli, 2009.

Gian Carlo Ferretti, L’editore Vittorini, Torino, Einaudi, 1992.

Ernest Hemingway, Romanzi, a cura di Fernanda Pivano, Milano, Mondadori, 1993, 2 voll., vol. II.

- For Whom the Bell Tolls, New York, Scribner’s, 1940.

- Per chi suona la campana, trad. di Luciano Foà, Alberto Zevi, Lugano, Ghilda del libro, 1946.

- Per chi suonano le campane, trad. di Luciano Foà, Alberto Zevi, a cura di Elio Vittorini, «Il Politecnico», Torino, Einaudi, 1945-1946.

Alessandro La Monica, Lettere inedite di Elio Vittorini negli archivi svizzeri (1942-1951), «Giornale storico della letteratura italiana», v. CXCV, f. 650, 2018, pp. 257-286.

Giuseppe Lupo, Vittorini politecnico, Milano, Franco Angeli, 2011.

Alessandra Mascaretti, Vittorini e Hemingway tra simbolo e realtà, «Mario & Mario. Annuario di critica letteraria italiana e comparata», 1996-1997, pp. 117-141.

Maria Rita Mastropaolo, Riscritture, nuove stesure, nuove edizioni: prassi autoriali e prassi ecdotiche, «Prassi ecdotiche della modernità letteraria», n. 4/I, 2019, pp. 159-185.

Palmiro Togliatti, Lettera a Elio Vittorini, «Rinascita», n. 10, ottobre 1946.

Paolo Simonetti, La “partita Hemingway”: Hemingway e l’editoria italiana dal dopoguerra a oggi, «’900 transnazionale», v. 3, n. 1, marzo 2019, pp. 63-76.

Elio Vittorini (diretto da), «Il politecnico», Torino, Einaudi, 1945-1947.

- Le opere narrative, a cura di Maria Corti, cronologia e note di Raffaella Rodondi, Milano, Mondadori, 1974 (III edizione, 1982), 2 voll.

- Gli anni del “politecnico”. Lettere 1945-1951, a cura di Edoardo Esposito e Carlo Minoia, Torino, Einaudi, 1977.

- I libri, la città, il mondo. Lettere (1933-1943), a cura di Carlo Minoia, Torino, Einaudi, 1985.

- Letteratura arte società. Articoli e interventi 1938-1965, a cura di Raffaella Rodondi, Torino, Einaudi, 2008.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-02-26

Fascicolo

Sezione

Notizie dalle tesi