«It cannot be considered a finished work». "Le donne di Messina" di Elio Vittorini

Parole chiave: riscritture, Elio Vittorini, Vittorini, Le donne di Messina, carte autografe, varianti, archivi

Abstract

Le carte manoscritte relative a Le donne di Messina di Elio Vittorini, conservate presso il Centro Apice dell’Università degli Studi di Milano, permettono di ricostruire la complessa vicenda editoriale del romanzo, le cui sorti sono strettamente connesse con l’evoluzione del progetto letterario e culturale dell’autore. L’intervento è dedicato, nello specifico, all’epilogo del romanzo nella sua evoluzione dall’edizione del 1949 a quella del 1964, la cui stratificata rielaborazione consente di formulare delle ipotesi circa le modalità di scrittura e riscrittura di Vittorini.

 

«It cannot be considered a finished work». "Le donne di Messina" by Elio Vittorini

The manuscripts of Elio Vittorini’s Le donne di Messina, archived in Centro Apice (University of Milan), permit to reconstruct the evolution of the novel, which is strictly connected to the evolution of Vittorini’s intellectual and cultural project from the Post-war years to the Economic Boom years. This paper is specifically focused on the epilogue of the novel, whose stratified revision from the first volume edition in 1949 to the last edition in 1964 allow to formulate some hypotheses about Vittorini’s writing and re-writing technique.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili

Riferimenti bibliografici

Giuseppe Amoroso, "Le due redazioni de «Le donne di Messina» di Elio Vittorini", in Sull’elaborazione di romanzi contemporanei, Milano, Mursia, 1979, pp. 457-483.

Italo Calvino, "Vittorini e «Le donne di Messina»", «La Fiera Letteraria», XL, 6, 14 febbraio 1965.

Italo Calvino, "Letters 1941-1985", selected and with an introduction by Michael Wood, translated by Martin McLaughlin, Londra, Penguin, 2013.

Giovanna Finocchiaro Chimirri, "Le due «Donne di Messina» di Elio Vittorini", Catania, Terminella Editore, 1973.

Giuseppe Lupo, "Vittorini politecnico", Milano, FrancoAngeli, 2011.

Adriano Ortolani, "Analisi comparativa di un capitolo de «Le donne di Messina»", in «Il Ponte», n. 7-8, 31 luglio-31 agosto 1973, pp. 1011-1020.

Bruno Pischedda, "«Il mondo che si rimpiange era un mondo di pochi». Saggio su «Le due tensioni»", in "Il demone dell’anticipazione", a cura di E. Esposito, Milano, il Saggiatore, 2009, pp. 177-207.

Giuseppe Varone, "L’ultimo è «ancora un Vittorini»: il «silenzio» tra le «Due tensioni»", atti del convegno “Io ero, quell’inverno, in preda ad astratti furori” Per Elio Vittorini, Giornata di studi - Cassino, 27 gennaio 2009, a cura di Toni Iermano, reperibile all’indirizzo http://www3.laboratori.unicas.it/index.php/content/download/3148/19611/file/VARONE%20VITTORINI%20LA%20DUE%20TENSIONI%2025.pdf

Elio Vittorini, "Lo zio Agrippa passa in treno", «La Rassegna d’Italia», febbraio 1947-settembre 1948.

Elio Vittorini, "Le donne di Messina", Milano, Bompiani, 1949.

Elio Vittorini, "Le donne di Messina", Milano, Bompiani, 1964.

Elio Vittorini, "Le opere narrative" (voll. I e II), a cura e con introduzione di Maria Corti, note ai testi di Raffaella Rodondi, Milano, Mondadori, 1974.

Elio Vittorini, "Gli anni del «Politecnico». Lettere 1945-1951", a cura di Carlo Minoia, Torino, Einaudi, 1977.

Elio Vittorini, "Le città del mondo. Una sceneggiatura", con una nota di Nelo Risi, Torino, Einaudi, 1975.

Elio Vittorini, "Letteratura arte società. Articoli e interventi 1938-1965", Torino, Einaudi, 2008.

Elio Vittorini, "Le due tensioni", prefazione di Cesare De Michelis, a cura e con postfazione di Virna Brigatti, Matelica, Hacca edizioni, 2016 (I ed. a cura di Dante Isella, Milano, il Saggiatore, 1967).

Pubblicato
2016-09-20
Fascicolo
Sezione
Convegni e incontri aperti