N. 6-1 (2015): La materia

					Visualizza N. 6-1 (2015): La materia

PRESENTAZIONE
a cura della Redazione

Con questo nuovo numero monografico «Nóema» intende sviluppare e approfondire l’esperienza avviata lo scorso anno con il fascicolo dedicato alle Tesi su Feuerbach di Marx. Lì si era condotto un esperimento che ha visto impegnata la rivista, insieme ad alcuni preziosi collaboratori, in un esercizio di riscrittura plurivoca e multifocale delle tesi marxiane. L’obiettivo era quello di restituire ai Lettori una eco di percorsi incrociati, anche assai diversi tra loro, mediante un ripensamento declinato al presente di quello scarto interno alla tradizione del materialismo ottocentesco che diede origine a un materialismo di nuovo genere, improntato sulla prassi e non sull’oggetto. Ne è derivata una rosa di questioni aperte, che gravitano attorno alla nozione stessa di materia e al senso di ciò che chiamiamo «oggettività» nel suo problematico rapporto con la non meno complessa nozione di «soggettività». Tali aperture costituiscono ora l’occasione per una messa a fuoco che «Nóema» svolgerà mediante un lavoro di équipe: in fasi successive, esso scandirà l’anno di lavorazione del presente fascicolo.

Il primo appuntamento è stato la giornata di studio, aperta al pubblico, tenutasi all’Università degli Studi di Milano il 27 marzo 2015, sul tema «Transindividuale e nuovo materialismo», che ha preso le mosse dai contributi presentati nel recente volume miscellaneo Il transindividuale. Soggetti, relazioni, mutazioni (AA.VV, a cura di Etienne Balibar e Vittorio Morfino, Mimesis, 2014). In dialogo con alcuni degli Autori e con la partecipazione attiva degli studenti che già hanno collaborato al precedente numero monografico, «Nóema» ha inteso sollecitare una discussione intorno alle prospettive molteplici che la nozione di «transindividuale» introduce nel quadro di una riflessione non dogmatica sul tema della «materia» e sulle effettive possibilità di un pensiero materialista post-marxiano. Che la parola adatta a sussumere il senso e la portata di tali possibilità sia ancora «materialismo» è, peraltro, una delle questioni in gioco.

Il fascicolo si apre dunque con la pubblicazione di alcuni materiali preliminari, che hanno il proposito di offrire ai Lettori un quadro orientativo dei temi in discussione. Nella sezione «Materiali» si trovano anche l’Introduzione e un estratto del volume curato da Balibar e Morfino. Nella sezione «Atti» si trovano invece i testi e gli abstract delle relazioni presentate nell’incontro del 27 marzo.

Qui di seguito i video e gli audio del convegno visitabili su Youtube:

1/8: Étienne BALIBAR - Marx, Freud, Spinoza: tre concezioni del transindividuale

2/8: Domande del pubblico sull'intervento di Étienne Balibar

3/8: Rocco RONCHI - Immanenza assoluta

4/8: Domande del pubblico sull'intervento di Rocco Ronchi

5/8: Felice CIMATTI - Perché l’essere umano non può essere come un lombrico? Wilfred Bion e il transindividuale

6/8: Domande del pubblico sull'intervento di Felice Cimatti

7/8: Carlo SINI - La materia del soggetto

8/8: Tavola rotonda con con Rossella FABBRICHESI, Florinda CAMBRIA, Andrea CAVAZZINI, Vittorio MORFINO, Luca PINZOLO

Gli sviluppi ulteriori e le riflessioni che potranno sorgere a partire da queste proposte di lavoro, troveranno collocazione, come sempre, nella sezione «Note e commenti» alla cui elaborazione tutti i Lettori sono invitati a partecipare attivamente, proponendo i loro contributi alla Redazione secondo le consuete modalità: tramite la procedura guidata prevista dal sito, oppure inviandoli all’indirizzo di posta elettronica della rivista. Il numero resterà in lavorazione fino a dicembre 2015.

Pubblicato: 2015-02-13