Convegno "Manzoni e altri grandi postillatori tra Sette e Ottocento"

Dalle orecchie di lettura ai collettori: nel cantiere manzoniano delle postille di lingua

Donatella Martinelli

Abstract


La biblioteca di Manzoni, uno dei grandi postillatori dell’Ottocento, è ora oggetto di un nuovo esaustivo censimento inteso a rilevare la presenza di postille e segni di lettura. Tutta la varia tipologia dei marginalia sarà presto accessibili sul nuovo portale Manzoni online, che offrirà agli studiosi nuove opportunità di ricerca. Lo studio saggia un versante poco esplorato di cui è ora possibile dar conto (quello delle ‘orecchie di lettura’), e attraverso questo fenomeno marginale, difficile da censire e valutare, tenta una ricostruzione delle modalità di studio e di schedatura, da parte del Manzoni, dei testi di lingua.

 

From reading "ears" to collectors: Manzoni's laboratory and his notes on language

The Manzoni’s library is now coming under a new exhaustive inventory of the marginalia that can be found inside it. The different kind of marginal notes will be available soon on the new portal Manzoni online which will offer many important opportunities of research. My own essay inquires into a little known side of marginalia (so-called dog-ears) wich is quite hard to investigate and attempts to explain how Manzoni studied and recorded his linguistic references.

Parole chiave

Manzoni; Promessi sposi; linguistica; postille; marginalia; biblioteche d’autore

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.13130/2499-6637/10464

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunimi-23057

Riferimenti bibliografici


EDIZIONI MANZONIANE DI RIFERIMENTO

Gli Sposi promessi, edizione critica diretta da Dante Isella, a cura di Barbara Colli e Giulia Raboni, Milano, Casa del Manzoni, 2012.

I promessi sposi. Testo critico della prima edizione stampata nel 1825-1827, a cura di Alberto Chiari e Fausto Ghisalberti, in «Tutte le opere di Alessandro Manzoni», Milano, «I classici Mondadori», vol. II, 1954, t. II.

I promessi sposi. Testo del 1840-1842, a cura di Teresa Poggi Salani, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2013.

Opere inedite o rare, a cura di Pietro Brambilla e Ruggero Bonghi, 5 voll., Milano, Fratelli Rechiedei, 1883-98.

Postille al Vocabolario della Crusca nell’edizione veronese, a cura di Dante Isella, Milano-Napoli, Ricciardi, 1964 (poi nell’«Edizione Nazionale ed Europea», vol. 24, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2005).

Scritti linguistici, a cura di Angelo Stella e Luca Danzi, Milano, Mondadori, 1990.

Scritti linguistici inediti, a cura di Angelo Stella e Maurizio Vitale, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2000 («Edizione Nazionale ed Europea», voll. 17 e 18).

Postille. Filosofia, a cura di Donatella Martinelli, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2002.

ALTRA BIBLIOGRAFIA

Domenico Bassi, Postille inedite di Alessandro Manzoni a Plauto e Terenzio, «Aevum», n. 6, 1932, pp. 225-274.

Gabriella Cartago, Un laboratorio di italiano venturo. Postille manzoniane ai testi di lingua, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2013.

Gabriella Cartago, «Era così compagnevole che conversava persino coi libri che leggeva», in Italiani di Milano. Studi in onore di Silvia Morgana, a cura di Massimo Prada e Giuseppe Sergio, Milano, Ledizioni, 2017, pp. 453-469.

Maria Corti, Uno scrittore in cerca della lingua, in Metodi e fantasmi, Milano, Feltrinelli, 1969, pp. 143-159.

Sabina Ghirardi, La voce delle postille “mute”. I notabilia manzoniani alle commedie di Giovan Maria Cecchi, «I Quaderni di Prassi Ecdotiche della Modernità Letteraria», 1 (2016), pp. 131-212 (l’articolo è consultabile e scaricabile al link: https://riviste.unimi.it/index.php/PEML/article/view/7607)

Ead., Sentori di lingua «toscano-milanese» nei notabilia manzoniani alla Tancia di Michelangelo Buonarroti il Giovane, «I Quaderni di Prassi Ecdotiche della Modernità Letteraria», 2 (2017), pp. 325-377 (consultabile e scaricabile al link: https://riviste.unimi.it/index.php/PEML/article/view/9123/8629);

Ead., La ricerca di una lingua «viva e vera» per il romanzo: i notabilia manzoniani al Furto di Francesco D’Ambra, «Annali Manzoniani», Terza serie, I (2018), pp. 92-115 (consultabile e scaricabile al link: http://annali.casadelmanzoni.it/index.php/annali/article/view/13/6).

Donatella Martinelli, Converser avec le papier. Manzoni postilla Victor Cousin, «L’Erasmo», 8 (marzo-aprile 2002), pp. 57-62.

Ead., Libri e carte del Manzoni, «Per leggere», n. 10 (2006), pp. 249-285.

Ead., Segnalibri manzoniani, «Studi di filologia italiana», LXIII (2005), pp. 308-331.

Ead., L’edizione digitale delle postille manzoniane a Plauto: problemi ecdotici, «Ecdotica», 14 (2017), pp. 48-88.

Cesarina Pestoni, Raccolte manzoniane (Raccolta di via Morone; Raccolta di Brera; Raccolta di Brusuglio), «Annali Manzoniani», VI, 1981, pp. 65-233.


Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




 

riviste.unimi.it - Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici

 

Licenza Creative Commons
This work is licensed under CC BY 

ISSN: 2499-6637 - PEML è indicizzata su DOAJ  EBSCO  ITALINEMO