N. 7 (2007)

Tradurre l'intraducibile

Liceità e limiti della traduzione nel medioevo latino e arabo-islamico

La traduzione e l'originale.

La traducibilità inerisce essenzialmente a certe opere. Ciò non significa che la loro traduzione sia essenziale per se stesse, ma che nella loro traducibilità si estrinseca un determinato significato, inerente agli originali. E' evidente che, per quanto buona sia, la traduzione non può mai significare qualcosa per l'originale. E tuttavia essa è in intimo rapporto con l'originale in forza della sua traducibilità, addirittura in rapporto tanto più intimo quanto meno significa per l'originale. Potrebbe essere definito come un rapporto naturale o, meglio, un rapporto di vita. (W.Benjamin)

Sommario

Saggi

Roberto Giacomelli
PDF
Francesco Bottin
PDF
Gian Carlo Garfagnini
PDF
Carmine Di Martino
PDF
Alfio Ferrara, Massimo Parodi
PDF
Susanna Fresko
PDF
Massimo Campanini
PDF
Cecilia Martini Bonadeo
PDF
Francesca Forte
PDF
Maria Cristina Bartolomei
PDF
Carlo Buzzetti
PDF
Orsola Rignani
PDF
Claudio Fiocchi
PDF